Martedì, 27 Giugno, 2017

 

AMBULATORIO  EMOSTASI  TROMBOSI

Vi potranno afferire i  pazienti con anamnesi positiva per malattia trombotica (trombosi venosa profonda, embolia polmonare, tromboflebiti superficiali, sindrome postflebitica, ischemia cerebrale, cardiopatia ischemica, arteriopatia periferica) e i pazienti con sospetto di malattia emorragica.
Nel corso della visita ematologica/emostasi e trombosi si analizzera’ l’anamnesi familiare e personale del paziente e, se si riterra ‘ opportuno, verranno prescritti i tests ematochimici atti ad evidenziare un fattore eredo-familiare o non, predisponente a malattia trombotica o emorragica; verra’  poi indicata  la profilassi o la terapia piu’ adeguata al caso specifico..
Nel caso di pazienti con sospetta trombosi venosa profonda, la conferma della diagnosi avverra’ con ecografia venosa per compressione, necessaria anche per stabilire la durata ottimale della terapia.
L’ambulatorio interagira’  con i colleghi della neurologia, cardiologia, chirurgia vascolare, diabetologia e dislipidemia per una migliore cura del paziente con malattia trombotica.

AMBULATORIO  MONITORAGGIO  TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE (TAO )

Vi potranno afferire i pazienti in terapia con coumadin o sintrom. Il risultato  del valore INR del tempo di protrombina e lo schema terapeutico verranno consegnati al paziente nel corso della visita monitoraggio terapia anticoagulante orale (TAO)  e, dopo un primo periodo, il paziente potra’ ,se vuole,  ricevere lo schema terapeutico tramite mail.  Al paziente verra’ dato un recapito telefonico per contattare il medico per qualunque problema inerente  la terapia anticoagulante orale.

AMBULATORIO  NUOVI  ANTICOAGULANTI ORALI  (NAO)

I nuovi anticoagulanti orali (Pradaxa, Xarelto, Eliquis, Lixiana)  si somministrano sotto forma di una o due compresse al giorno.
Studi clinici recenti hanno dimostrato che sono efficaci quanto il sintrom ed il coumadin nella cura della fibrillazione atriale e della malattia trombotica, presentando importanti vantaggi :

-Non interferiscono con il cibo

-Hanno minor interferenza con gli altri farmaci

-E, soprattutto, necessitano di minor monitoraggio (4 controlli nel primo anno e due nei successivi)

Il paziente che desiderasse passare ai nuovi anticoagulanti orali sara’ valutato in visita ematologica / emostasi e trombosi al fine di  accertarne l’idoneita’.

A partire da subito e per qualche mese, previo appuntamento, i pazienti in terapia con coumadin o sintrom potranno avere un colloquio gratuito con la dottoressa Silvana Vigano’, esperta in terapia anticoagulante orale e responsabile dell’ambulatorio.